Cookie

Google Webfont: la talpa dentro WordPress

Oggi (dopo più di cinque mesi) torno a scrivere sul blog. E torno a rotta di collo con un articolo alla 007 che farà drizzare i capelli agli utenti WordPress.

Scopro oggi che in WordPress dalla versione 3.8 (oggi siamo alla 4.0) è stato abilitato di default nel backend il carattere Open Sans. In realtà mi ero già accorto di piccoli rallentamenti al caricamento del backend, ma credevo fossero dovuti al nuovo “motore” di WordPress, invece è dovuto alla inclusione diretta di un webfont targato Google. (altro…)

Tesla rilascia i propri brevetti con licenza open source. Ma sarà davvero così?

Riporto la notizia del giorno – tratto da OSVeichle.

Alcuni di voi sapranno che Tesla – la famosa casa automobilistica per vetture elettriche – ha recentemente annunciato in una conferenza stampa (direttamente dalla bocca del CEO Elon Musk) come – per avvicinarsi all’interesse globale che gravita attorno ai veicoli elettcici e, in generale, alla mobilità sostenibile – intendono permettere l’accesso al loro parco brevetti ad altri utenti che li vorranno consultare.

Questa è sicuramente una grande notizia, probabilmente la più risonante nella storia della mobilità moderna e dell’industria del trasporto. Almeno per quanto riguarda gli ultimi decenni. Anche se questa posizione sembra essere di difficile comprensione stando al punto di vista tipico delle compagnie che cercano di conquistare share di mercato, questo ha perfettamente senso se guardiamo alla mission aziendale di Tesla: “accelerare l’avvento della mobilità sostenibile”. (altro…)

Le bizzarre richieste nel settore grafico

Da qualche tempo mi sto imbattendo in svariati (e per “svariati” intendo “una miriade di”) annunci di grafica in Itaila. Più che la quantità di annunci, mi stupiscono le competenze richieste. Facciamo una premessa.

Se io cucino una torta l’importante è che alla fine sia buona come ce l’avevo in mente prima di mettermi a cucinare, a prescindere dal fatto che io usi un forno elettrico, a gas o a legna, o che la cuocia sotto il sole delle 3pm di Ferragosto. Allo stesso modo se decido di a comprare un paio di scarpe per giocare a tennis me le dovrò trovare comode, resistenti, che rispondano a certe caratteristiche… a prescindere che io le acquisti in un centro commerciale, in un negozio di scarpe o al mercato. (altro…)

M5S: abbiamo bisogno di un software open source

Con l’articolo di oggi vado un po’ fuori dal seminato, ma non voglio aprire un flame con oggetto il Movimento 5 Stelle, semplicemente mi limito a osservare la realtà dei fatti. Vedo oggi che hanno espulso tramite una votazione online, con il 65% di maggioranza, Adele Gambaro, una senatrice del M5S con la quale non ho legami di alcun genere. Forse non tutti sanno che se la Gambaro non volesse dimettersi potrebbe continuare a occupare la sedia che già occupa, benché coerenza voglia che lei si dimetta.

Il mio giudizio però non vuol’essere politico, ma solo una riflessione (altro…)

OpenKiosk: un browser “nato” per gli internet point

Anni fa mi interessai alla realizzazione di un internet point usando un vecchio pc e una qualsiasi distribuzione linux. In quell’occasione utilizzai Opera, un browser gratuito (non open source) che integrava e integra ancora una delle migliori modalità “kiosk“.

Da allora sono passati quasi tre anni, Opera si è evoluto e continua a integrare la modalità kiosk, ma costantemente in crescita nuovi progetti open source si fanno strada.

Sto parlando di OpenKiosk. (altro…)