Cookie

Tutorial: livellare il colore in modo semplice con Gimp

E dopo una lunga assenza dovuta alle meritate ferie rieccomi con un tutorial molto semplice per il nostro programma di editing fotografico preferito: Gimp.

In questo tutorial vedremo come livellare i colori di una foto in modo automatico. Può capitare spesso di estrarre dall’album dei ricordi alcune foto scattate qualche decina di anni fa, che ormai hanno perso gran parte del colore originario e si sono tinte di rosso o di blu, o ancora di verde. Eccone alcuni esempi.

(altro…)

Tutorial: bordo “carta di giornale” con Gimp

Da qualche tempo c’è la moda di stampare i cosiddetti “fotolibri“, dei libri in carta lucida, con copertina rigida che all’interno racchiudono le nostre foto digitali stampate direttamente sulle pagine. Solitamente l’azienda che permette la stampa del fotolibro rilascia anche un software grafico molto basilare con il quale applicare alcuni effetti alle foto (gli effetti sono molto semplici, vanno dalle clipart al finto nastro adesivo). Questa tecnica può risultare infatti molto utile nelle stampe.

L’iniziativa del “fotolibro” è divertente, e può piacere, ma le possibilità degli effetti messi a disposizione sono scarse. Nel tutorial di oggi vediamo come aggiungere un bordo a pallini (del tipo “carta di giornale” di qualche anno fa) ad una foto con Gimp. Anche questo è un effetto basilare, ma iniziamo così a vedere come vengono create queste risorse grafiche. (altro…)

Pandora: un plug-in per Gimp che sconsiglio categoricamente

La recensione di oggi vuole essere una critica piuttosto severa al plug-in in oggetto. Vediamo prima di cosa si tratta.

… dal sito ufficiale
Pandora è uno script per Gimp che aiuta ad incollare insieme immagini multiple per creare un panorama.

Pandora non trova i punti in comune alle immagini automaticamente, ma automatizza la parte più noiosa della creazione del panorama: creare una immagine sufficientemente larga in cui caricare le diverse immagini in livelli separati, con spazio iniziale e maschere di livello. (altro…)

Tutorial: giochiamo con i gradienti di Gimp

I gradienti sono uno strumento che spesso i principianti digiuni di grafica tendono a tralasciare perché “difficili“. In realtà i gradienti sono una parte fondamentale del software grafico, senza sarebbe più complesso creare sfumature e bagliori. In questo articolo ci divertiamo a giocare con alcuni dei gradienti predefiniti di Gimp, vedremo che sono semplici da utilizzare e possono darci una mano a creare dei semplici, ma efficaci effetti.

Di seguito alcuni gradienti predefiniti di Gimp. E sufficiente impostare la modalità gradiente su “Radiale“. (altro…)

Stream di immagini dalla webcam ogni minuto con GNU/Linux

Di recente mi è stato chiesto come si potesse fare per organizzare uno stream webcam che dovesse controllare le condizioni meteo di una data zona. Le immagini dello stream devono poi essere piazzate in una pagina dedicata di un sito. Purtroppo (o per fortuna) mi sono dovuto scontrare con un grosso problema che all’inizio mi pareva insormontabile: la webcam è collegata in locale, il server su cui risiede il sito è remoto.

Questo piccolo particolare stava per farmi desistere, quando mi sono ricordato dell’esistenza di “Curlftpfs” (ci cui abbiamo già parlato) per montare l’FTP remoto visto dal sistema come se fosse una risorsa locale. Una vera manna dal cielo. (altro…)

Reale effetto HDR con Qtpfsgui

Il software di cui parliamo oggi è Qtpfsgui, un software per la creazione di immagini HDR.

Spesso erroneamente si tende a confondere l’HDR con il tone mapping, in realtà per HDR (High Dynamic Range) si intende la sovrapposizione di più foto scattate con differenti esposizioni per consentire la regolazione ottimale dell’esposizione per zone. Per ottenere una foto realmente HDR è necessaria la ripresa dello stesso soggetto nella stessa inquadratura, ciascuna con una luce diversa, per questo motivo l’HDR è possibile solo con soggetti fermi (monumenti, case, vegetali, natura morta, ecc), non sarà possibile applicarlo ai soggetti in movimento (persone, strade affollate, animali, treni in corsa, ecc). Per avere il meglio da Qtpfsgui è preferibile scattare le foto da un punto fermo, meglio ancora se da un cavalletto. (altro…)

Stampiamo i poster a casa con PosteRazor

PosteRazor è un software open source (disponibile anche in italiano) per la stampa in serie di più parti di una stessa foto.

Per farla breve PosteRazor prende un’immagine raster (perché il lavoro venga bene dev’essere molto grande), la divide in più immagini in formato A4 che andranno ad impaginare un PDF. Una volta creato il PDF sarà semplice stamparlo, tagliare i bordi non necessari ed incollare i bordi utili.

Ma se è vero che un’immagine valga più di mille parole, figuriamoci un video. (altro…)

Tutorial: simulare la profondità di campo

Nel breve tutorial per Gimp di oggi vediamo come simulare la profondità di campo in una foto. Spesso con le moderne fotocamere digitali compatte le impostazioni automatiche mettono a fuoco sia il soggetto che lo sfondo, rendendo tutto chiaramente visibile. Questo può tradursi in un calo del fascino della foto. Il tutorial di oggi mostra come si sfocano le parti che fanno “da contorno“.

Iniziamo ad aprire una bella foto (occhio alle licenze) che prenderò dal solito account Flickr. Ora uso un paesaggio, ma può funzionare anche con i soggetti, l’importante è che ci sia del “contorno“. (altro…)

Stampa monocromatica con Gimp

Può capitare a volte di dover fare delle stampe in bianco e nero di una immagine a colori. Il modo più corretto (e sicuramente più veloce) nei confronti di chi deve stampare è passargli il file già in scala di grigi.

Una delle tecniche più apprezzate è sicuramente la “desaturazione” (“Colori” – “Desaturazione“), che è comunque molto utile se stiamo operando solo su un livello, ma noi vogliamo desaturare l’intera immagine. I passaggi saranno pochi e semplici, partiremo da questa immagine: (altro…)