Cookie

Google Webfont: la talpa dentro WordPress

Oggi (dopo più di cinque mesi) torno a scrivere sul blog. E torno a rotta di collo con un articolo alla 007 che farà drizzare i capelli agli utenti WordPress.

Scopro oggi che in WordPress dalla versione 3.8 (oggi siamo alla 4.0) è stato abilitato di default nel backend il carattere Open Sans. In realtà mi ero già accorto di piccoli rallentamenti al caricamento del backend, ma credevo fossero dovuti al nuovo “motore” di WordPress, invece è dovuto alla inclusione diretta di un webfont targato Google. (altro…)

WordPress: segnalare al lettore un articolo datato

Oggi illustro un piccolo procedimento, che consiglio vivamente a quei blogger legati allo sviluppo di un certo argomento, per segnalare automaticamente al lettore che l’articolo che sta leggendo è più vecchio di un lasso di tempo a nostra scelta, ed eventualmente appartenente a una certa categoria. Sto pensando soprattutto al mio blog, in cui un’informazione tecnica può andare bene oggi, ma potrebbe già essere obsoleta con il successivo rilascio di un software, non più supportata o ingetrata dal sistema operativo.

Il risultato sarà del tutto personalizzabile: apparira un blocco (DIV) in testa all’articolo, con una classe a nostra scelta. Saremo poi noi a dare uno stile al DIV. (altro…)

Tutorial: creiamo un Antipixel con Gimp

Oggi creiamo dei semplici badge “antipixel” con Gimp.

Forse non tutti conoscono gli “antipixel”. Vediamo se Wikipedia ci schiarisce le idee:

Per saperne di più…

Un ‘antipixel, chiamata anche badge web, è un’immagine di piccole dimensioni usata sui siti web per promuovere gli standard web, il software usato per la creazione del sito o per indicare una specifica licenza di contenuti. L’immagine del logo Powered by MediaWiki, sul sito web di Wikipedia è un esempio di un badge web. (altro…)