Cookie

Bcache: il vantaggio di avere un layer fra SSD e HDD in termini di velocità

Ok, la verità è che in questi giorni non sono molto ispirato con i titoli, purtroppo vi dovrete accontentare. Oggi si parla di velocità e dischi SSD/HDD. Non faremo il solito benchmark per dimostrare la superiorità in velocità del disco allo stato solido (è un dato di fatto che sia più veloce), capiremo invece che può essere utile ed economico aggiungere un layer che si occupi di far comunicare i due dischi per velocizzare il processo di scrittura sul vecchio HDD. (altro…)

Esiste il panorama ritratto nello sfondo di Windows XP?

Mi sembrava giusto festeggiare il pensionamento del sistema operativo più longevo fin’ora di casa Microsoft con un post che svela una curiosità.

La leggenda metropolitana vorrebbe che la foto preimpostata sul desktop di XP sia stata scattata direttamente da Bill Gates durante una vacanza in Svizzera. In realtà la paternità della foto è sempre stata riconosciuta al fotografo professionista Charles O’Rear, che passò casualmente lungo una superstrada in California e venne folgorato dalla visione di una collinetta verdissima con il cielo blu. (altro…)

“Ubuntu One” e “Ubuntu One Music Store” verranno dismessi ad agosto

Chiunque abbia utilizzato Ubuntu almeno una volta negli ultimi anni avrà fatto caso ad Ubuntu One, il servizio cloud offerto da Canonical nativamente installato sulle recenti distribuzioni di Ubuntu. Ubuntu One è esattamente quello che ci si aspetta da un servizio cloud storage e fin’ora ha strizzato l’occhio a tutti gli utenti Ubuntu a volte lasciati senza supporto dalla concorrenza diretta.

Esattamente come Dropbox, SkyDrive, Google Drive, Mega e compagnia bella permette con sottoscrizione di gestire uno spazio web remoto. Il piano base gratuito parte da 5GB, acquistando funzionalità aggiuntive, o iscrivendo i propri conoscenti tramite link di affiliazione è (altro…)

Terminale: cancellare la cronologia dei comandi

Cencellare la cronologia dei comandi dalla cronologia del terminale è un’operazione semplice. Come impostazione predefinita, gli ultimi 500 comandi digitati nel termilane sono salvati nel file nascosto “.bash_history“. I comandi digitati precedentemente possono essere letti rapidamente usando i tasti di direzione (“freccia su” e “freccia giù“). Questo rende semplice richiamare un comando recentemente digitato, ma potrebbe essere un problema di sicurezza nel caso quella sessione venisse utilizzata da più persone. Come fare quindi per eliminare la cronologia dei comandi? (altro…)

Le 7 leggi inviolabili dell’interfaccia utente

L’articolo di oggi è la traduzione integrale dell’articolo originale di Peter Vukovic comparso sul blog 99designs.

Sei un web designer? Se sì, allora anche tu progetti interfacce utente, una specializzazione che continuerà a crescere di importanza col tempo. Mentre le pagine web odierne hanno semplici interfacce, che solitamente non includono più di un menù navigazione e una form contatti, lo sviluppo delle nuove tecnologie e i nuovi standard nel prossimo futuro chiederanno sempre più contenuti dinamici ed esperienze di navigazione personalizzate. (altro…)

Informazioni hardware su Linux

Più di tre anni fa scrissi un articolo su lshw e lshw-gui, un programma e una GUI che ci permettono di “vedere” all’interno del computer tutti i singoli componenti (CPU, RAM, scheda video, scheda audio, scheda di rete, ecc.). La GUI oggi ha cambiato nome, si tratta non più di lshw-gui ma di lshw-gtk. A parte questo mi rendo conto che a distanza di più di tre anni l’articolo è ancora attuale e non ha bisogno di integrazioni. (altro…)

Avviare un programma con GUI da remoto via SSH

Non capita spesso di dover avviare un’applicazione su una macchina remota che richieda l’utilizzo della GUI, più spesso si tratterà di applicazioni da lanciare e far “girare” in background, ma può sempre capitare. Sto pensando ad esempio a chi usa un computer come stazione multimediale (con XBMC la configurazione è molto semplice) o anche solo per sperimentare.

Basti sapere che si può fare, ma è necessario indirizzare la GUI dell’applicazione verso uno schermo in particolare. (altro…)

WordPress: avvisare il lettore che il post è vecchio

Spesso capita (scrivendo di software e tecnologia) che l’articolo che oggi è attuale, domani sia già superato. Esiste almeno un plugin per WordPress per notificare il lettore che il post che sta leggendo è stato scritto tempo fa, che è una soluzione perfetta e pronta all’uso, ma ho voluto ugualmente tentare di modificare il codice del mio tema per aggiungere questa semplice funzione in modo automatico.

Premetto che i passaggi che seguono creano un riquadro (in questo caso giallo) prima del titolo dell’articolo. (altro…)

Abilitare il plugin “zen coding” su gedit

Per chi non lo sa, gedit è l’editor di testo per eccellenza di qualsiasi distribuzione Linux basata su Gnome. È preinstallato sulla maggior parte delle distribuzioni Linux, ad eccezione di quelle basate su window managers diversi da Gnome (Kde, xfce, enlightenment, ecc.). Serve soprattutto per l’editing delle configurazioni nei file di sistema, ma supporta un gran numero di linguaggi di programmazione ed è espandibile con i plugin dedicati.

Per questo motivo, prima di usare Brackets, ho usato Gedit anche per l’editing di HTML e CSS.

Questo è gedit. (altro…)

Brackets: l’editor “di” e “per” HTML / CSS e JavaScript

Ok, il titolo non è un granché, ma non sapevo proprio come spiegare in poche parole che Brackets serve per scrivere codice HTML, CSS e JavaScript, ed è anche scritto in HTML, CSS e JavaScript. State già andando il loop, vero?

Personalmente, per la scrittura di HTML e CSS mi sono sempre trovato bene con Gedit, l’editor integrato in Gnome. Scelsi Gedit per l’interfaccia priva di fronzoli e per la possibilità di personalizzarlo (anche ampliandone le funzioni tramite i plugin). Le impostazioni base sono scarne, ma “girovagando” fra le preferenze si possono abilitare diverse funzioni per farlo diventare un editor completo. (altro…)