Cookie

It sometimes happens that the hoster of confidence, that to which we have entrusted the management of that site, decides to close its doors, or radically change the conditions of the hosting plan.

In these cases there is little to do. Una delle soluzioni è cambiare hoster. In questo articolo ci occupiamo di mantenere le impostazioni di Apache esattamente come impostate nel vecchio server. È necessario avere accesso in SSH alle macchine.

1_ Copiamo i file di configurazione di Apache:

# ssh username@oldserver
# scp /etc/apache2/sites-available/ user@newserver:/etc/apache2/sites-available/

Questo comando copierà le impostazioni di Apache dalla vecchia alla nuova macchina. Ora abilitiamo tutti i siti copiati con dei link simbolici per ogni file .config copiato in sites-enabled.

# ln -s /etc/apache2/sites-available/yourwebsite.com.conf /etc/apache2/sites-enabled/yourwebsite.com.conf

Oppure usiamo il comando a2ensite che farà la stessa cosa.

a2ensite yourwebsite.com

Riavviamo Apache perché le modifiche abbiano effetto.

/etc/init.d/apache2 restart

2_ Copiamo il sito

# scp -r /var/www/ username@newserver:/var/www

Tutti i principali CMS (o forse tutti i CMS) sono fatti da file, e con questo comando li abbiamo copiati tutti. C’è da dire che il contenuto, i commenti, le categorie e le impostazioni del sito sono salvate separatamente in un database. Allora copiamo anche quello.

3_ Effettuiamo la migrazione di MySQL

Lanceremo questi comandi essendo loggati nel vecchio server.

# mysqldump --all-databases -u root -p > backup.sql
# scp backup.sql username@newserver:/home/username/
# ssh username@newserver
# mysql-u root-p < backup.sql

Quello che abbiamo fatto qui è stato creare un backup del database sul vecchio server, trasferirlo sul nuovo e popolare il nuovo database con il contenuto del vecchio.

4_ Migrazione dei DNS

Restano solo da reimpostare i DNS in modo che puntino all’IP del nuovo server. Questa operazione è da concordare con l’hoster.

A word of advice. Prima di rendere tutto operativo è opportuno testare la riuscita delle operazioni ad esempio in un sottodominio: test.yourwebsite.com, per essere sicuri che tutto funzioni.

Not enough?


TheJoe

I keep this blog as a hobby by 2009. I am passionate about graphic, technology, software Open Source. Among my articles will be easy to find music, and some personal thoughts, but I prefer the direct line of the blog mainly to technology. For more information contact me.

0 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.