Cookie

Ventoy: Erstellen Sie einen Multiboot-USB-Stick, indem Sie die ISOs kopieren

Veröffentlicht von TheJoe am

Geschätzte Lesezeit: 3 Minuten

Wie oft haben wir zufällig eine Linux-Distribution installiert? (oder starte es im Modus “Live”) von einem USB-Speicher? Quante volte ci siamo trovati scomodi rispetto a ciò che eravamo abituati e abbiamo dovuto cambiare distribuzione (reinstallandola sulla stessa chiavetta USB)? Quante volte ci siamo chiesti se sarebbe mai arrivato il giorno in cui sarebbe bastato copiare le ISO sulla chiavetta per avere tutte le distribuzioni in multiboot?

Nun, quel giorno è arrivato.

Ventoy è un programma open source (GPL v3) disponibile per Linux e Windows per creare chiavette USBbootabili”. La particolarità che differenzia Ventoy dal resto dei programmi del suo genere è, dopo l’installazione sulla chiavetta, die Möglichkeit, trascinare le ISO che vogliamo abilitare in una directory / partizione specifica per trovarcele nel menù di Grub ed avviarle senza doverle scompattare prima.

Una volta che abbiamo capito che quella distribuzione non ci interessa, basterà eliminare la relativa ISO dalla chiavetta e copiarne un’altra per eseguire il boot della seconda, die (se la capacità della chiavetta lo consente) copiare più distribuzioni e testarle selezionandole dal menù di Grub, come nello screenshot qui sotto preso dal sito ufficiale.

Ventoy supporta legacy BIOS e UEFI (con e senza secure boot), tabelle di partizioni sia MBR che GPT, il che rende Ventoy praticamenteuniversale”.

Ventoy è un software piuttosto giovane. La prima release (1.0.0) è datata 1 April 2020, Heute sind wir 1.0.52. Al momento più di 750 immagini sono supportate (die 90% delle distribuzioni di distrowatch), la lista è in continuo aggiornamento e ad ogni avanzamento di versione vengono supportate nuove distribuzioni.

Schau hier:  Linux hat auch ein Kinder-Anwendungen "portable", aber es ist notwendig?

Installare e avviare Ventoy

Usare Ventoy è semplicissimo ed è spigato molto bene nella mini-guida sul sito. Con Linux è possibile procedere all’installazione sia tramite GUI che tramite CLI.

GUI

Per la GUI sarà sufficiente lanciare (tramite riga di comando o con il più classico doppio click) die Datei VentoyGUI relativo alla propria architettura hardware. Interessante notare che fra i pacchetti c’è VentoyWeb.sh. Lanciandolo verrà avviata una interfaccia web al programma raggiungibile all’indirizzo locale http://127.0.0.1:24680.

CLI

Per installare Ventoy con riga di comando useremo invece Ventoy2Disk.sh specificando l’unità di destinazione. Nell’esempio qui sotto verrà installato su sdb.

# sh Ventoy2Disk.sh -i /dev/sdb

***********************************************************
*                Ventoy2Disk Script                       *
*             longpanda  admin@ventoy.net                 *
***********************************************************

Disk : /dev/sdb
Modelo:  USB DISK 2.0 (scsi)
Size : 7 GB
Style: MBR


Attention:
You will install Ventoy to /dev/sdb.
All the data on the disk /dev/sdb will be lost!!!

Continue? (y/n)

Gli argomenti da passare sono:

  • -i installa Ventoy su sdX
  • -I forza l’installzione su sdX (non importa se c’è già una versione di Ventoy installata)
  • -u aggiorna l’installazione esistente in sdX
  • -r <qty MB> (wahlfrei) preserva lo spazio indicato in MB alla fine del disco
  • -s (wahlfrei) abilita il secure boot
  • -g (wahlfrei) usa le tabelle di partizioni GPT (default è MBR)

Alla fine dell’installazione verrà creata una directoryISOsall’interno della chiavetta. In quella directory vanno copiate le ISO che vogliamo avviare.

Riavviamo il computer e selezioniamo la ISO da Grub.


TheJoe

Ich halte diesen Blog als ein Hobby von 2009. Ich bin begeistert von Grafik, Technologie, Open Source Software. Unter meinen Artikel wird nicht schwierig sein, über die Musik finden, und einige persönliche Reflexionen, aber ich bevorzuge die direkte Linie des Blogs vor allem auf Technologie. Weitere Informationen Kontaktieren Sie mich.

0 Kommentare

Hinterlasse eine Antwort

Avatar-Platzhalter

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind markiert *

Diese Website verwendet Akismet, um Spam zu reduzieren. Erfahre mehr darüber, wie deine Kommentardaten verarbeitet werden.