Cookie

Webmin: cos’è e come si installa

Pubblicato da TheJoe il

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Webmin è una interfaccia utente web-based per gli amministratori di sistema GNU/Linux. Attraverso un semplice browser l’amministratore potrà gestire il server / i server con facilità.

Amministrare gli utenti, le quote, i permessi, i gruppi, Apache, abilitare il DNS, configurare la condivisione dei file sono solo alcune delle possibilità offerte da Webmin.

Webmin è installabile sia locale che in remoto. Servirà in tutti i casi un terminale e l’apertura della porta 10000 su tutti i firewall del server. Se non hai ancora installato un firewall per il tuo server, o sei indeciso su quale scegliere ti consiglio il mio ultimo articolo in cui parlo dei dieci firewall più utilizzati per proteggere Linux.

Installiamo Webmin da una console remota su un server Debian. Per iniziare l’installazione occorrerà stabilire una connessione SSH con il server. Se un servizio di SSH in è ascolto sul server otterremo questo risultato.

~$ ssh user@server
The authenticity of host 'server (xxx.xxx.xxx.xxx)' can't be established. ECDSA key fingerprint is SHA256:9jqmhko9Yo1EQAS1QeNy9xKceHFG5F8W6kp7EX9U3Rs. Are you sure you want to continue connecting (yes/no)? yes
Warning: Permanently added 'server' (ECDSA) to the list of known hosts.

~$

Parleremo della corretta impostazione delle chiavi SSH in un altro articolo. Ora scarichiamo sul server l’ultima versione di Webmin dal sito ufficiale (ad oggi la 1.979).

~$ wget https://prdownloads.sourceforge.net/webadmin/webmin-1.979.tar.gz

Installiamo le dipendenze.

~$ sudo apt install perl libnet-ssleay-perl openssl libauthen-pam-perl libpam-runtime libio-pty-perl apt-show-versions python

Scompattiamo Webmin ed entriamo nella relativa directory.

~$ tar -xzvf webmin-X.Y.tar.gz
~$ cd webmin-X.Y.tar.gz

Avviamo l’installer.

~$ sudo sh setup.sh

Ad installazione terminata apriamo un browser e digitiamo l’indirizzo del server sulla porta 10000. Nel mio caso “http://server:10000“.

Guarda qui:  Fotoxx, editor di immagini
La schermata di login di Webmin.

A questo punto sarà sufficiente loggarci con le credenziali amministrative di sistema.

Cosa potrebbe andare storto?

Molto banalmente la porta 10000 di Webmin è solitamente chiusa dai firewall. Benché Webmin possa essere configurato per restare in ascolto su un’altra porta a nostro piacimento, sarà necessario al primo login assicurarsi che il / i firewall permettano il traffico inbound (verso il server) sulla porta 10000, o configurare un port-forwarding.

Nell’immagine qui sopra vediamo un tipico esempio dello schema di una rete. Per connetterci a Webmin dobbiamo aprire il traffico sulla porta 10000 sia del firewall installato sul server, sia di altri eventuali firewall che si frappongono fra il server e il router, sia (qualora vi fosse) sul firewall del router.

Il / i firewall installati sul client o nella LAN del client non dovranno essere configurati.

Se non sai quale firewall scegliere per il tuo server ti consiglio di leggere il mio ultimo articolo, in cui comparavo dieci firewall per Linux.


TheJoe

Mantengo questo blog a livello amatoriale dal 2009. Sono appassionato di grafica, tecnologia, software Open Source. Fra i miei articoli non sarà difficile trovarne circa la musica, ed alcuni di riflessioni personali, ma preferisco indirizzare la linea del blog principalmente verso la tecnologia. Per informazioni contattami.

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.