Cookie

Detto francamente non sono un fanboy di Google, ma devo ammettere che Google più di altri negli anni si è spesa attivamente nei confronti dell’open source e della semplificazione informatica.

Da diversi anni utilizzo Google Cloud Print, uno strumento che permette a più computer di stampare da una sola stampante.

Suona più difficile dicendolo che facendolo. In realtà è molto semplice. Condividere una stampante classica con Google Cloud Print è drammaticamente semplice, e non è il caso che mi dilunghi a spiegarlo. Google ha già scritto una guida veloce e facile nelle sue help pages.

Quindi come collegare un client Linux ad una stampante Google Cloud? Google non ci ha pensato, fortuna che ci ha pensato la comunità linux che ha fatto in modo anche che tutto il processo sia veloce e (relativamente) semplice.

Iniziamo installando il software necessario. Nel mio caso installerò tutto su un computer con Ubuntu 16.04.

Apriamo un terminale e digitiamo il seguente codice per aggiungere il repository alla lista dei repository locali:

sudo add-apt-repository ppa:simon-cadman/niftyrepo

Aggiorniamo ed installiamo il software:

sudo apt-get update && sudo apt-get install cupscloudprint

Ad installazione completata sarai in grado di collegarti al tuo server.

Per farlo dovrai autenticare il software “cupscloudprint” su Google, in modo che Google gli dia la possibilità di stampare sul server configurato.

sudo /usr/share/cloudprint-cups/setupcloudprint.py
joe@libra-Extensa-5635:~$ sudo /usr/share/cloudprint-cups/setupcloudprint.py
Name for this user account ( eg something@gmail.com )? *******@gmail.com
Open this URL, grant access to CUPS Cloud Print,then provide the code displayed : <Google URL da incollare nel tuo browser>
Code from Google: <il codice restituito da Google dopo aver incollato la URL qui sopra>

Inserendo la propria mail il programma restituirà una URL, che dovremo inserire nel browser. Verremo indirizzati ad una pagina di login di Google. Dopo l’accesso Google chiederà se vogliamo concedere i diritti di stampare al client che stiamo configurando. Dopo aver confermato Google elaborerà una stringa che dovremo inserire nel terminale, come nell’esempio qui sopra.

Al termine del processo se tutto è andato come doveva dovremmo trovare le stampanti configurate sul nostro account Google direttamente fra le stampanti di sistema.

Categorie: GNU/LinuxSoftware

TheJoe

Mantengo questo blog a livello amatoriale dal 2009. Sono appassionato di grafica, tecnologia, software Open Source. Fra i miei articoli non sarà difficile trovarne circa la musica, ed alcuni di riflessioni personali, ma preferisco indirizzare la linea del blog principalmente verso la tecnologia. Per informazioni contattami.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.