Cookie

Oggi si parla di navigazione internet, più precisamente di server DNS. Per chi non lo sapesse i server DNS sono i responsabili dell’indirizzamento della nostra richiesta sotto forma di stringa (esempio “http://www.sito.com/“) al server in cui quel sito esiste fisicamente. In pratica si occupano di “tradurre” un indirizzo comprensibile all’uomo in un indirizzo IP comprensibile dal computer.

Per saperne di più…

Tratto da Wikipedia.
Il sistema dei nomi a dominio, in inglese Domain Name System (spesso indicato con DNS), è un sistema utilizzato per la risoluzione di nomi dei nodi della rete (in inglese host) in indirizzi IP e viceversa. Il servizio è realizzato tramite un database distribuito, costituito dai server DNS.

I server DNS, però possono anche essere impostati per bloccare contenuti. Una sorta di filtro esterno al computer utilizzabile ad esempio per il parental control. Impostando i DNS “filtro” direttamente sul router (se il router è configurato per fare da DNS server) saremo in grado di filtrare in una volta sola tutte le connessioni dei dispositivi connessi a quel router. La condizione perché ciò avvenga è che i dispositivi connessi abbiano come DNS server l’IP del router.

Di solito i provider ADSL hanno dei server DNS, su cui convogliano il traffico dei propri clienti per la risoluzione degli host. Spesso accade (spero non solo in Italia) che il server DNS del provider non sia aggiornato agli ultimi record, e quindi bisognerà aspettare alcuni giorni perché ci indirizzi verso un sito specifico. Stiamo parlando di giorni.

Una buona alternativa ai server DNS del nostro provider, è OpenDNS. OpenDNS è un servizio completamente gratuito per l’utilizzo personale, si tratta di due server DNS distinti che fanno bene il loro lavoro di server DNS. Il fine principale dei server OpenDNS al momento della loro creazione (nel lontano 2006) è stato quello di creare un DNS slegato dai governi e dagli enti militari, per evitare la censura. Negli anni il servizio è stato poi arricchito ad esempio con la possibilità di monitorare la propria connessione, è poi possibile bloccare l’accesso a determinati siti, può essere usato ad esempio nelle scuole per bloccare i social network. Tutti servizi aggiuntivi che è possibile attivare solo dopo essersi registrati.

Monitorare l'accesso

La configurazione è molto semplice, e sul sito (in inglese) è spiegato come configurare i diversi sistemi operativi, i dispositivi mobili e le console. Gli indirizzi IP dei due DNS sono “208.67.222.222” e “208.67.220.220“. Il normale servizio DNS, senza funzioni di monitoraggio aggiuntive, funziona anche senza registrarsi.


TheJoe

Mantengo questo blog a livello amatoriale dal 2009. Sono appassionato di grafica, tecnologia, software Open Source. Fra i miei articoli non sarà difficile trovarne circa la musica, ed alcuni di riflessioni personali, ma preferisco indirizzare la linea del blog principalmente verso la tecnologia. Per informazioni contattami.

1 commento

DaAsFlickred · 28 marzo 2012 alle 4:39 PM

ottimo articolo joe!!
OpenDNS è un’ottimo servizio
il filtro contenuti è molto utile!! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *