Cookie

Attenzione


Questo articolo è stato pubblicato più di un anno fa, potrebbero esserci stati sviluppi.
Ti preghiamo di tenerne conto.

Se non abbiamo voglia o tempo di configurare cron con il terminale, possiamo usare “alarm-clock“, una sveglia con cui è possibile impostare degli eventi ad orari stabiliti per Linux.

Alarm-clock” è un pacchetto piccolo e semplice già presente nei repository di Ubuntu e Fedora. Su Ubuntu si installa con il più classico:

$ sudo apt-get install alarm-clock

Troviamo il programmino sotto “Applicazioni” – “Accessori” – “Alarm Clock“.

All’avvio ci rendiamo conto subito della semplicità del programma.

È intanto possibile impostare più sveglie. Cliccando sull’icona con il simbolo “+” aggiungeremo una nuova sveglia, a cui potremo assegnare scadenza giornaliera, mensile, settimanale, annuale, oppure un giorno, o un periodo preciso dell’anno. Per la notifica è possibile scegliere fra il classico suono della sveglia, una finestra pop-up, una finestra di dialogo, l’esecuzione di un comando, o un’azione standard.

Se poi abbiamo la necessità di impostare svariate sveglie sulla stessa falsa riga è ancora possibile creare dei modelli personalizzati da riutilizzare in futuro.

Una volta impostata la sveglia, sarà visibile (come da primo screenshot) nella finestra principale del programma, nell’ultima colonna viene visualizzato il tempo rimanente allo scadere del tempo.

Alarm-clock“, come già detto è un programmino molto leggero, semplice e completo, sicuramente non ci cambierà la vita, ma può contribuire ad alleggerirla.

Non ti basta?


TheJoe

Mantengo questo blog a livello amatoriale dal 2009. Sono appassionato di grafica, tecnologia, software Open Source. Fra i miei articoli non sarà difficile trovarne circa la musica, ed alcuni di riflessioni personali, ma preferisco indirizzare la linea del blog principalmente verso la tecnologia. Per informazioni contattami.

2 commenti

Alain · 11 Maggio 2015 alle 10:29 PM

Bonjour , existe il pour raspberry s il vous plait , ou une alternative …?

    TheJoe · 14 Maggio 2015 alle 1:02 PM

    Hi Alain,
    I don’t think so… this is just a little package for the gnome environment…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.