Ricostruire il database di YUM in Fedora 15

Pubblicato da TheJoe il

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Attenzione


Questo articolo è stato pubblicato più di un anno fa, potrebbero esserci stati sviluppi.
Ti preghiamo di tenerne conto.

Chiedo scusa ai lettori se in questi giorni non ci sono state update regolari sul blog, ma è stato un periodo un po’ impegnativo e il blog è passato in secondo piano.

Oggi parliamo di GNU/Linux, oltre che a Fedora 15 questa procedura si applica anche a versioni ben meno recenti.

Può capitare che il database di YUM venga corrotto, capita soprattutto quando installiamo dei pacchetti al di fuori di YUM (usando “rpm --install <pacchetto.rpm>” o altro). La procedura per riportare tutto alla normalità è la seguente:

[root@localhost ~]# rm -f /var/lib/rpm/__db*
[root@localhost ~]# rpm –rebuilddb
[root@localhost ~]# yum clean all

Questi tre semplici comandi ricostruiscono il database di YUM riportando tutto alla normalità quanto prima.

Guarda qui:  Alarm-clock: Una sveglia per Linux

TheJoe

Mantengo questo blog a livello amatoriale dal 2009. Sono appassionato di grafica, tecnologia, software Open Source. Fra i miei articoli non sarà difficile trovarne circa la musica, ed alcuni di riflessioni personali, ma preferisco indirizzare la linea del blog principalmente verso la tecnologia. Per informazioni contattami.

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.