Cookie

Attenzione


Questo articolo è stato pubblicato più di un anno fa, potrebbero esserci stati sviluppi.
Ti preghiamo di tenerne conto.

Non molto tempo fa si parlava di KompoZer: un editor HTML nato dal codice abbandonato di NVU, che era nato dal codice abbandonato di Mozilla Composer e di Netscape Gold. Dal 10 maggio, invece nasce BlueGriffon, un’altro fork del progetto rilasciato sotto tripla licenza: “Mozilla Public License 1.1“, “GNU General Public License Version 2” e “GNU Lesser General Public License Version 2.1“. Il primo annuncio sul sito ufficiale (datato 30 settembre di due anni fa) recita queste parole:

In the beginning was Netscape Gold. Then Mozilla Composer. From the ashes of Netscape and the code of Mozilla Composer came Nvu. Nvu had a cousin, KompoZer. But all this tools now belong to History and are extinct or on path to extinction.

In the meantime, Mozilla brought Firefox to the masses and its rendering engine, Gecko, has the power to fuel a next-generation wysiwyg editor for the World Wide Web. This editor is BlueGriffon™. Stay tuned !

Che più o meno hanno questo significato:

In principio fu Netscape Gold. Poi Mozilla Composer. Dalle ceneri di Netscape e dal codice di Mozilla Composer venne Nvu. Nvu aveva un cugino, KompoZer. Ma tutti questi strumenti ora appartengono alla Storia e sono estinti o stanno per esserlo.

Nel frattempo Mozilla ha portato Firefox alle masse e il suo motore rendering, Gecko ha il potere di alimentare l’editor wysiwyg della prossima generazione per il “World Wide Web”. Questo editor è BlueGriffon™. Restate sintonizzati !

Può sembrare una spiegazione arcaica, ma in poche righe esaurisce la storia che hanno subito tutti questi programmi nel corso degli anni. In realtà non sappiamo se in futuro KompoZer si fermerà, come si è fermato Nvu e tutti i predecessori, sappiamo però che oltre a KompoZer c’è un nuovo strumento che utilizza il motore rendering Gecko (lo stesso che usa Firefox), e che per usarlo non dobbiamo riabituarci ad un’altra disposizione dei menù. Chi si sente comodo con KompoZer si sentirà comodo anche con BlueGriffon, che utilizza la stessa interfaccia.

Tra le caratteristiche principali di BlueGriffon mi viene in mente il supporto ai CSS3. Come molti sapranno dall’introduzione dei CSS3 è possibile ruotare le immagini, o i box di testo, o includere i font direttamente via CSS, senza usare programmi di grafica. Con BlueGriffon è possibile farlo senza conoscere la sintassi CSS, ma tramite una comoda interfaccia a finestre. Questo per i puristi della grafica web può essere inutile (BlueGriffon però non si rivolge ai professionisti), per i principianti però è una semplificazione utilissima. Di seguito uno screenshot della finestra di dialogo per i CSS3 preso dal sito ufficiale:

Consiglio a tutti di dargli un’occhiata. Senza dubbio è un programma interessante.

Non ti basta?


TheJoe

Mantengo questo blog a livello amatoriale dal 2009. Sono appassionato di grafica, tecnologia, software Open Source. Fra i miei articoli non sarà difficile trovarne circa la musica, ed alcuni di riflessioni personali, ma preferisco indirizzare la linea del blog principalmente verso la tecnologia. Per informazioni contattami.

1 commento

davideatflickr · 21 Maggio 2011 alle 8:16 AM

non sembra male
da provare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.