Cookie

Gimp

Cambiare i dpi/ppi di un’immagine con Gimp

Spesso mi capita di dover creare delle immagini che fungano da separatore di contenuto all'interno delle stampe, oppure alcuni semplici effetti grafici creati con i tracciati, o con le lettere. Sto pensando a qualcosa di molto semplice, che sicuramente anche nei vecchi libri di scuola siamo stati abituati a vedere senza rendercene conto. Ogni tanto però, mi capita di creare la nuova immagine, salvarla, ed a lavoro ultimato accorgermi che i dpi sono troppo bassi perché quelli che Gimp applica di default sono 72, ottimi per il web ma troppo poco dettagliati per una stampa di qualità. Oggi vediamo come aumentare i dpi di un'immagine che abbiamo già salvato con Gimp a 72 dpi, e portarla a 300 (ottimo per la stampa). (altro…)

Di TheJoe, fa
Fotografia

Il plugin Resynthesizer per Gimp

Chi ha detto che PhotoShop arriva sempre prima di Gimp? Il plugin di cui parliamo oggi è stato sviluppato nativamente per Gimp, poi è stato inventato qualcosa di simile per PhotoShop. Forse a qualcuno non suonerà nuovo il plugin "Content aware filling" per PhotoShop. Beh, "Resynthesizer" è un algoritmo sviluppato come progetto di ricerca universitaria del 2001 successivamente portato a plugin per Gimp molto prima che venisse creato il "Content aware filling". Ma partiamo dal principio. Iniziamo col dire che "Resynthesizer" è un plugin completamente automatico che rimuove tramite la selezione gli oggetti presenti nella foto se disposti su una trama, riempiendo lo spazio mancante della selezione con gli stessi colori dello sfondo, cercando di mantenere la trama uniforme. Questo plugin può risultare molto utile ad esempio nel caso dovessimo ritoccare la foto di un cielo al tramonto con un palo in primo piano. (altro…)

Di TheJoe, fa
Software

Una piccola donazione non può che far bene

Oggi nulla di tecnico, esaminiamo il caso Wikipedia per allargare il discorso all'open source e alle comunità. Com'è noto, Wikipedia non presenta alcun tipo di pubblicità fra le sue pagine, neanche veicolata. Questo è un gran vantaggio per l'utente, ma si traduce in uno svantaggio in termini di guadagno per chi costruisce Wikipedia. E allora come fa a "stare in piedi" tutta la struttura? Chi paga lo spazio web? La risposta è semplice: gli utenti di buona volonta che, mano alla carta di credito, decidono di donare parte del loro patrimonio alla omonima associazione filantropica, la Wikimedia Foundation. (altro…)

Di TheJoe, fa
Siti

Contro la spam: “10 minute mail”

Oggi vi parlo di un piccolo ma utilissimo servizio che uso da parecchi anni e di cui spesso mi servo: "10 minute mail". Come dice il nome "10 minute mail" è un indirizzo mail da 10 minuti, valido cioè il tempo di registrarsi in un sito di cui non ci fidiamo fino in fondo ed attendere la verifica dell'indirizzo per certificare che l'email di registrazione sia effettivamente di nostra proprietà. (altro…)

Di TheJoe, fa
GNU/Linux

Come ho risolto i problemi dei dischi con “fsck”

Qualche anno fa acquistai un disco esterno USB per via del limitato spazio che potevo offrire ai file all'interno del computer (e anche per farmi qualche sano backup ad intervalli regolari), ed ho optato per un bel disco LaCie da 1tb di memoria. Sto parlando ancora di qualche anno fa, si trattava in effetti del disco più capiente sul mercato consumer. Proprio oggi, nonostante l'apparente normale accensione, mi accorgo che oltre alla classica spia blu che indica il funzionamento del dispositivo, se n'è aggiunta una rossa che non mi fa certamente ben sperare. Vado a ripescarmi il manuale in PDF che avevo lungimirantemente copiato nel mio hard disk e scopro che la spia rossa segnala un errore del disco. (altro…)

Di TheJoe, fa
Fotografia

Tutorial: highpass filter con Gimp

Oggi parliamo di "Highpass filter", una tecnica molto utilizzata nelle pubblicità moderne per rendere "morbide" le immagini. Ovviamente per tutto il lavoro adotteremo Gimp come programma per la manipolazione delle immagini. Questo tutorial si applica a soggetti, volti, panorami e, come vedremo, è forse la tecnica più utilizzata nelle riviste pubblicitarie. In questo tutorial lavoriamo su un soggetto. L'immagine proviene da Flickr. (altro…)

Di TheJoe, fa
Siti

Javascript

Oggi si parla di javascript, non di come programmare, ma di come implementare le risorse gratuite già presenti nel web. Javascript è un linguaggio di programmazione ad oggetti orientato al web, e principalmente usato in questo ambito. Tutti i browser principali (Firefox, IE, Opera, Safari, Chromium) supportano l’utilizzo di javascript, la differenza sostanziale fra i browser (e soprattutto l’obiettivo a cui puntano) è la velocità di esecuzione. (altro…)

Di TheJoe, fa
GNU/Linux

Tilda: terminale a scomparsa

Oggi parliamo di “Tilda”, una piccola utility per GNU/Linux utile a chi è sempre alle prese con il terminale. Tilda è un piccolo terminale a scomparsa, richiamabile dalla pressione di un tasto o dalla combinazione di più tasti. Il progetto open source “Tilda” è molto piccolo, e l’unico obiettivo del progetto è il “terminale a scomparsa”. (altro…)

Di TheJoe, fa
GNU/Linux

Ridimensionare tutte le immagini di una directory

Questo mini-howto è tratto dal blog di Kayowas. Imagemagik è un tool eccezionale, essenziale direi, esso permette una serie quasi infinita di elaborazioni sulle immagini. Nei sistemi derivati da Debian, l’installazione avviene con un bel:

[user@localhost ~]$ sudo apt-get install imagemagick
Per variare le dimensioni di tutte le immagini di una data directory, occorre usare lo strumento “mogrify” nel seguente modo: (altro…)

Di TheJoe, fa