Cookie

Attenzione


Questo articolo è stato pubblicato più di un anno fa, potrebbero esserci stati sviluppi.
Ti preghiamo di tenerne conto.

Di recente (neanche tanto di recente) Oracle ha acquistato la Sun, e tutti i prodotti a lei collegati. Fra i più imporanti possiamo citare VirtualBox, MySQL e la suite per l’ufficio OpenOffice.org. Nel post di oggi ci occupiamo di OpenOffice.org, il cambio di testimone ha sollevato non pochi disagi.

Con la nuova versione 3.2.1 di OpenOffice, Oracle ha implementato il nuovo set di icone (che trovate qui sotto) dal look vagamente minimalista, possiamo definirle icone “di design“.

Se da un lato le nuove icone quasi monocromatiche si presentano eleganti e minimaliste, dall’altro risultano poco usabili a livello pratico. E’ indiscutibilmente più semplice per un utente che deve scegliere fra sei icone di un menù a tendina 16×16 quelle colorate (ormai associate all’applicazione abbinata), piuttosto che andarsi a leggere voce per voce il programma voluto. Ovviamente non è umanamente possibile vedere le differenze fra le icone monocromatiche quando si presentano all’interno di un menù a tendina, a quelle dimensioni i loghi dei programmi sono un’utopia.

E le reazioni all’introduzione di tali migliorie grafiche (che comunque creano un disagio per l’usabilità) non sono state poche.

Non ti basta?


TheJoe

Mantengo questo blog a livello amatoriale dal 2009. Sono appassionato di grafica, tecnologia, software Open Source. Fra i miei articoli non sarà difficile trovarne circa la musica, ed alcuni di riflessioni personali, ma preferisco indirizzare la linea del blog principalmente verso la tecnologia. Per informazioni contattami.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.