Cookie

TheJoe.it Into the (open) source

17giu/132

Tagliare uno spezzone di video con ffmpeg

shell

L'articolo di oggi vuol'essere un riferimento per chi vuole tagliare un video da un punto a un altro con ffmpeg ( quindi usando il terminale). Strano, vero? Per modificare prodotti altamente grafici usiamo ciò che di più lontano alla grafica si possa immaginare.

Spesso il video da tagliare è troppo lungo, e un programma completo (con gui e tutto) consuma troppe risorse e rallenta il sistema.

La sintassi è molto semplice, in una sola riga di terminale

2mar/133

Video deshake con Linux: stabilizzare un video mosso con Transcode

canon_mossa

Oggi parliamo di un altro pezzo di software a riga di comando per Linux: Transcode. Questo piccolo tool permette di stabilizzare un video in cui il cameraman (o presunto tale) non abbia la mano troppo ferma. Può succedere in molte occasioni: sovraeccitamento, folla, freddo, poco spazio, febbre, sommossa, guerriglia urbana, guerra che la ripresa venga mossa e per evitare lo stimolo del vomito ogni volta che rivediamo i filmati delle vacanze un piccolo team di sviluppatori ha scritto transcode, poche riga di codice per Linux.

12giu/124

I TV plasma Panasonic “S30″ non vengono più aggiornati, la codifica video corretta per la TV con “ffmpeg”

panasonic

La mia nuova TV è una Panasonic Viera con schermo al plasma serie "S30", di ultima generazione (direi piuttosto di penultima generazione). Ha la possibilità di collegarsi a internet, funzione che mi permette tramite poche applicazioni sviluppate "ad hoc" di vedere i trailer dei film attualmente nei cinema, scaricare (pagando) i film più recenti e guardarli in streaming, ascoltare le internet radio in streaming, consultare i video di Youtube, accedere a Facebook e Picasa, scaricare un feed aggiornato in tempo reale con le notizie del giorno in formato video. Insomma le applicazioni si sprecano.

21nov/112

30 giorni per imparare HTML5 e CSS3

30dayz

Oggi segnalo un importante serie di tutorial (della durata di un mese) che promette di insegnare il web design anche a chi di design è digiuno in soli trenta giorni. Il corso parte proprio da zero, ed è indirizzato anche a chi non ne sa nulla di web design. E per nulla intendo zero.

Le lezioni sono articolate in modo da non risultare troppo pesanti, le prime cercano di non "mettere troppa carne al fuoco" e si esauriscono in una decina di minuti al massimo, in seguito vengono poi introdotti i vari tag in base all'ordine di utilizzazione. Particolare attenzione è stata dedicata al rispetto degli standard, all'accessibilità e a come interagiscono HTML e CSS.

3giu/100

La sorprendente verità che ci motiva

Oggi non inserirò un vero e proprio articolo. Vi segnalo solo un video che spero farà riflettere su quanto il denaro pesi nella nostra vita, e su quanta gente stia cercando di non farlo pesare.

La sorprendente verità che ci motiva