Cookie

TheJoe.it Into the (open) source

23feb/130

Blokk: il font che sostituisce il “lorem ipsum” #1

blokk text

Come molti sapranno, per la stesura dei mockup grafici da mostrare al cliente si usa una formula latina ormai consolidata, non deve avere necessariamente un senso ma dare l'idea di come si presenterà il sito una volta ultimato. Tale formula (anche chiamata "filler text") è denominata "lorem ipsum", e per i più curiosi esiste una pagina di Wikipedia dettagliata sull'argomento. Per quanto riguarda il testo latino vero e proprio esiste invece un sito (http://it.lipsum.com/) che genera un contenuto diverso a seconda delle preferenze.

24feb/120

CSSDeck: tante idee dai professionisti del web design

pressable_button

Dalla nascita dei CSS3 i web designer sono letteralmente impazziti per le innumerevoli nuove possibilità a disposizione. Alcune delle più eclatanti sono la possibilità di creare un'ombreggiatura (anche sfocata) sotto al testo o a qualsiasi elemento, la possibilità di ruotare gli elementi di quanti gradi si voglia, effetti fade-in e fade-out ed alcune semplici animazioni in genere. La tendenza sembra essere quella di abbandonare (o comunque diminuire) l'utilizzo di software grafici in favore di rendering sofisticati via CSS.

2ott/110

Worst Sites Ever

fuoristrada_service

Innauguro oggi una nuova pagina: "Worst Sities Ever". Ero indeciso se creare una categoria da riempire con un sito nuovo ogni volta, o se elencare tutti i siti nella stessa pagina. Ho optato per la seconda opzione, anche perché non si tratterà di una sezione regolarmente aggiornata. Valuteremo in un secondo momento (se avrà successo) se creare una categoria apposita.

La nuova pagina avrà il solo scopo di elencare (come dice il nome) i peggiori siti in circolazione, quelli che non rispettano gli standard, quelli inusabili, quelli brutti da vedere, quelli disegnati senza criterio, ecc. Un enorme calderone del peggio del web. Trovate il link nel menù in testa al sito "W.S.E.", sta per "Worst Sities Ever", i peggiori siti mai fatti.

15lug/100

Liquida.it e lo “user generated content” italiano

logo_liquida

Da qualche tempo vengo "feeddato" da Liquida.it, un sito che fino a qualche giorno fa non conoscevo ancora.

Liquida.it è una grande realtà italiana, un progetto molto ambizioso che mira a creare un prodotto editoriale sul web basandosi esclusivamente sulle fonti del web.

4lug/101

Il “De Mauro Paravia” ha chiuso i battenti

dizio

Da qualche mese è ufficiale la notizia che il celebre De Mauro Paravia, uno dei principali dizionari della lingua italiana abbia chiuso la sua linea elettorale, uscendo da ogni catalogo. La decisione è stata adottata motivando come un inutile spreco di risorse la pubblicazione dei lemmi online. A loro dire non hanno portavano utili come l'acquisto del volume cartaceo.

Era innanzitutto da prevedere il comportamento degli utenti. Chi consulta un dizionario online solitamente non ha bisogno di uno strumento identico e cartaceo. Questo potrebbe non portare grandi utili intesi come vendite dello stesso strumento cartaceo, ma visti gli accessi al sito avrebbero potuto entrare utili quali la pubblicità online (il De Mauro è stato credo il primo, o fra i primi dizionari a permettere la consultazione direttamente online).