Cookie

TheJoe.it Into the (open) source

11gen/170

VeraCrypt: il successore di TrueCrypt

vera_crypt

Nel 2009 scrissi un articolo sulla sicurezza. Ciò che di meglio riuscii a trovare online per criptare i propri file era TrueCrypt, ai tempi era un software sicuro e aggiornato. Non posso dire la stessa cosa a distanza di sette anni. Lo sviluppo si è arrestato nel 2014, ma una buona notizia c'è. Potrei consigliare una lista di software che facciano la stessa cosa, ma non farei altro che lasciare dubbi aperti e invitare la gente a spendere del tempo (tempo che io ho già speso). Per questo non mi dilungherò oltre e consiglierò un fork del progetto che ha avuto seguito fino ai giorni nostri. Si chiama VeraCrypt (l'ultima release a oggi è datata ottobre 2016).

29giu/140

5 estensioni di GNOME Shell che ti faciliteranno la vita

GNOME

Dopo tutta la latitanza dal blog, un titolo altisonante ad ampio richiamo è proprio quello che ci vuole. Non ho voluto sparare troppo in alto, così ho optato per "faciliteranno" anziché "cambieranno". Anche perché c'è poco da cambiare, no?

Oggi vediamo come velocizzare alcune operazioni usando le estensioni di Gnome Shell. Ma prima una precisazione per chi non sa bene cosa sia Gnome o la Gnome Shell.

A differenza di altri sistemi operativi, in GNU/Linux il back-end e l'interfaccia grafica sono due cose separate. Un computer che monta Linux può e deve funzionare anche senza interfaccia

27apr/140

Bcache: il vantaggio di avere un layer fra SSD e HDD in termini di velocità

hd_crash

Ok, la verità è che in questi giorni non sono molto ispirato con i titoli, purtroppo vi dovrete accontentare. Oggi si parla di velocità e dischi SSD/HDD. Non faremo il solito benchmark per dimostrare la superiorità in velocità del disco allo stato solido (è un dato di fatto che sia più veloce), capiremo invece che può essere utile ed economico aggiungere un layer che si occupi di far comunicare i due dischi per velocizzare il processo di scrittura sul vecchio HDD.

27feb/140

Informazioni hardware su Linux

hardware

Più di tre anni fa scrissi un articolo su lshw e lshw-gui, un programma e una GUI che ci permettono di "vedere" all'interno del computer tutti i singoli componenti (CPU, RAM, scheda video, scheda audio, scheda di rete, ecc.). La GUI oggi ha cambiato nome, si tratta non più di lshw-gui ma di lshw-gtk. A parte questo mi rendo conto che a distanza di più di tre anni l'articolo è ancora attuale e non ha bisogno di integrazioni.

22gen/140

Abilitare il plugin “zen coding” su gedit

zen-coding

Per chi non lo sa, gedit è l'editor di testo per eccellenza di qualsiasi distribuzione Linux basata su Gnome. È preinstallato sulla maggior parte delle distribuzioni Linux, ad eccezione di quelle basate su window managers diversi da Gnome (Kde, xfce, enlightenment, ecc.). Serve soprattutto per l'editing delle configurazioni nei file di sistema, ma supporta un gran numero di linguaggi di programmazione ed è espandibile con i plugin dedicati.

Per questo motivo, prima di usare Brackets, ho usato Gedit anche per l'editing di HTML e CSS.

Questo è gedit.

21set/132

Photoshop CS6 in Linux

ps-logo

Quello di oggi è uno di quegli spinosi articoli che non parlano esclusivamente di software open source, ma cercano di avvicinare l'utenza commerciale a Linux e al mondo open source in generale. Come avrai intuito dal titolo oggi installiamo PhotoShop CS6 su Linux.

Ovviamente questo blog si schiera CONTRO la pirateria informatica. Se non hai una versione legale, regolarmente acquistata di PhotoShop tanto vale che cambi blog, perché le seguenti operazioni non si applicano nel tuo caso.

20lug/130

Testare la velocità di una unità di memoria USB con Linux

usb

Nell'articolo di oggi ci occupiamo di qualsiasi supporto di archiviazione USB (chiavetta, disco, scheda SD, CF o altro leggibile tramite USB) e della sua velocità quando attaccata a un dispositivo, sia esso un PC, una smart TV, o una macchina fotografica.

24giu/132

LibreOffice da terminale: convertire in PDF

converter

Con l'articolo di oggi completiamo l'articolo del 31 maggio relativo alla stampa da client a server, senza driver di sorta. Forse non tutti sanno che LibreOffice e OpenOffice integrano fra i loro pacchetti alcuni comandi da lanciare tramite il terminale. Tali comandi sono identici per tutti i sistemi operativi (si, anche per Windows) e producono gli stessi risultati. Tra questi vediamo oggi la sintassi per convertire tramite terminale qualsiasi tipo di file apribile con LibreOffice / OpenOffice in PDF.

Il comando per Linux è il seguente:

27apr/130

OpenKiosk: un browser “nato” per gli internet point

okcd

Anni fa mi interessai alla realizzazione di un internet point usando un vecchio pc e una qualsiasi distribuzione linux. In quell'occasione utilizzai Opera, un browser gratuito (non open source) che integrava e integra ancora una delle migliori modalità "kiosk".

Da allora sono passati quasi tre anni, Opera si è evoluto e continua a integrare la modalità kiosk, ma costantemente in crescita nuovi progetti open source si fanno strada.

Sto parlando di OpenKiosk.

6apr/130

Estrarre la traccia audio da un video con “ffmpeg”

shell

Poniamo il caso di avere un video dal quale vogliamo estrapolare una traccia audio. Le ragioni possono essere le più svariate, potremmo voler salvare un effetto speciale all'interno di un film (sparo, scoppio, musica d'atmosfera, frase celebre, ecc), oppure parte di una canzone, le possibilità sono infinite.

Oggi vediamo come si fa con ffmpeg, il solito tool a riga di comando che tiro sempre in ballo per codificare i video, rallentarli, adattarli alla mia TV e altro ancora.