TheJoe.it Into the (open) source

3apr/150

Il software proprietario ti ama… come un parassita ama il suo ospitante

zecca_c

Arrivo a questa riflessione dopo essere capitato sul sito di Adobe, alla pagina di vendita di Photoshop CC. Prendo il pretesto dello slogan di un software commerciale per arrivare a parlare del sistema scolastico. Nientemeno.

Nel footer della pagina di vendita di photoshop trovate un riquadro che recita "We love students & teachers"... e chissà perché.

12feb/123

LibreOffice “Calc”: definire la prima riga di ogni pagina

calc_logo

LibreOffice è la suite di ufficio open source per eccellenza, nata dal progetto OpenOffice quando lo stesso venne acquistato (insieme ad altri prodotti della SUN Microsystems) da Oracle. "Calc" è uno dei programmi inclusi nella suite LibreOffice, si tratta di un foglio elettronico. L'articolo di oggi cerca di semplificare la vita a chi ha la necessità di avere sempre determinate celle come intestazione di pagina.

La riga di intestazione inclusa in Calc, raggiungibile seguendo i menù "Formato" - "Pagina" - "Riga di intestazione"- "Modifica", è basilare e viene spiegato dallo screenshot preso dal programma, qui di seguito.

13lug/100

I software per la grafica raster

raster

In questo articolo avrei voluto spiegare i vantaggi del software grafico "Pinta", ma mi sono lasciato andare volentieri ad alcune riflessioni che scommetto non sono l'unico a fare. Proverò ad illustrare il problema (perché di un problema si tratta) il più semplicemente possibile.

Il software "Pinta" è arrivato da poco (il 6 luglio) alla sua versione 0.4, una release ancora immatura se paragonata per numero di build e per caratteristiche alle sue alternative sia open che closed source. Sulla Wikipedia inglese è scritto chiaramente che "Pinta, ispirato da Paint.net, si pone come alternativa a Gimp più semplice".

24apr/100

La professionalita’ su internet ha qualche problema

Il Mio Alloggio Screenshot

La mancanza di professionalità su internet porta a siti del genere

Il post di oggi è un po' polemico, solitamente tendo a non lamentarmi di ciò che c'è, ma a volte l'intolleranza mi porta ad esternazioni di questo genere. Prendiamola come "una guida esaustiva su cosa evitare se volete fare un sito di successo"

Proprio oggi in ufficio leggo una mail intitolata "Fwd: Proposta di adesione". Già il fatto che non ci sia stato neanche il buon gusto di cancellare "Fwd:" mi fa pensare, ma soprassiedo e passo al contenuto del messaggio che riporto, sperando che i gestori del sito che tiro in ballo leggano questo mio post: