TheJoe.it Into the (open) source

23ott/120

Tutorial: cautelarsi dall’utilizzo non autorizzato delle nostre foto con Gimp

arance

Nel precedente articolo abbiamo velocemente accennato la tecnica dell'"invisible watermark", una tecnica che ci consentirebbe di dimostrare la paternità di una fotografia digitale. Il funzionamento (come già descritto) è semplice. Il principio alla base di tutto è avere una immagine "x" (la mia foto originale che devo tenere solo io) e creare una immagine "y" (la foto contenente il watermark invisibile da far circolare in internet). Per dimostrare di essere l'autore della foto basterà mettere a confronto sovrapponendo tramite una particolare procedura grafica le due immagni. Magicamente comparirà il watermark con il nostro nome e le informazioni sul copyright.

11dic/111

Tutorial: mosaico “a pallini” tipo anni ’70 con Gimp

fav

Nel tutorial di oggi vedremo come trasformare una foto colorata in una pixel-art originale, utile per creare stampe di grandi dimensioni specialmente quando la qualità dell'immagine iniziale non ce lo permette.

Iniziamo con un'immagine a scelta. Per questo tutorial suggerisco immagini particolarmente colorate perché molti dei dettagli si perderanno nel risultato finale.

28apr/116

Tutorial: Effetto “macro” ad un panorama con Gimp

macro

Nel tutorial di oggi ci occupiamo di una tecnica particolare, che renderà le nostre foto curiose. Per macrofotografia (o più semplicemente "macro") si intende la fotografia dei piccoli dettagli a cui l'occhio difficilmente presta attenzione. Ci sarà sicuramente capitato di vedere online, o in alcune riviste di natura qualche foto ingrandita di insetti microscopici, oppure le classiche foto all'occhio composto della mosca. Tutto ciò è impercettibile ad una prima occhiata, ma con un buon obiettivo "macro" si riesce a distinguere con precisione anche l'occhio composto.

Nel tutorial di oggi però non ci occupiamo di macrofotografia, ma di applicare la sfocatura derivante dalla macrofotografia alla realtà. Tutta finzione, niente macro per oggi.

18mar/117

Tutorial: testo infuocato / fumo con Gimp

flames_ico

Nuovo tutorial per oggi. Il tutorial di oggi è molto semplice, uno dei primi che ho seguito, forse uno dei più abusati. Ad una scritta aggiungeremo l'effetto "infuocato" o l'effetto "fumo".

Per prima cosa creiamo una nuova immagine. La mia misura 640 x 480 pixel.

9feb/110

Tutorial: Ingrandire una immagine con poca perdita usando Gimp

finale

Il tutorial di oggi è uno di quei tutorial semplici che si esauriscono in un passaggio. Più che un tutorial lo definirei un consiglio utile da ricordare.

Poniamo il caso di avere una immagine di medie / piccole dimensioni, non adatta alla stampa, che vogliamo ingrandire del doppio. Fino ad oggi avrei allargato lo spazio di lavoro con "Immagine" - "Scala immagine" e inserendo il doppio dei valori, ma ho da poco scoperto un modo di ridimensionarle in eccesso con una resa maggiore usando G'MIC, il plugin di cui avevamo già parlato, che fa tutto.

Poniamo il caso di avere una immagine molto piccola, 150x200 px. Ovviamente tutti sappiamo che è impossibile ingrandire una piccola immagine senza perdita, ed anche questa procedura non è esente dalla perdita di informazioni, in compenso applica delle piccole migliorie per "simulare" l'ingrandimento senza perdita.

30ott/106

Cambiare i dpi/ppi di un’immagine con Gimp

schema_dpi

Spesso mi capita di dover creare delle immagini che fungano da separatore di contenuto all'interno delle stampe, oppure alcuni semplici effetti grafici creati con i tracciati, o con le lettere. Sto pensando a qualcosa di molto semplice, che sicuramente anche nei vecchi libri di scuola siamo stati abituati a vedere senza rendercene conto.

Ogni tanto però, mi capita di creare la nuova immagine, salvarla, ed a lavoro ultimato accorgermi che i dpi sono troppo bassi perché quelli che Gimp applica di default sono 72, ottimi per il web ma troppo poco dettagliati per una stampa di qualità. Oggi vediamo come aumentare i dpi di un'immagine che abbiamo già salvato con Gimp a 72 dpi, e portarla a 300 (ottimo per la stampa).

19ott/101

Il plugin Resynthesizer per Gimp

finale3

Chi ha detto che PhotoShop arriva sempre prima di Gimp? Il plugin di cui parliamo oggi è stato sviluppato nativamente per Gimp, poi è stato inventato qualcosa di simile per PhotoShop.

Forse a qualcuno non suonerà nuovo il plugin "Content aware filling" per PhotoShop. Beh, "Resynthesizer" è un algoritmo sviluppato come progetto di ricerca universitaria del 2001 successivamente portato a plugin per Gimp molto prima che venisse creato il "Content aware filling". Ma partiamo dal principio. Iniziamo col dire che "Resynthesizer" è un plugin completamente automatico che rimuove tramite la selezione gli oggetti presenti nella foto se disposti su una trama, riempiendo lo spazio mancante della selezione con gli stessi colori dello sfondo, cercando di mantenere la trama uniforme. Questo plugin può risultare molto utile ad esempio nel caso dovessimo ritoccare la foto di un cielo al tramonto con un palo in primo piano.

7ott/100

Tutorial: highpass filter con Gimp

Impostando la sfocatura di 30 pixel

Oggi parliamo di "Highpass filter", una tecnica molto utilizzata nelle pubblicità moderne per rendere "morbide" le immagini.

Ovviamente per tutto il lavoro adotteremo Gimp come programma per la manipolazione delle immagini.

Questo tutorial si applica a soggetti, volti, panorami e, come vedremo, è forse la tecnica più utilizzata nelle riviste pubblicitarie.

In questo tutorial lavoriamo su un soggetto. L'immagine proviene da Flickr.

27set/100

Shutter, un’utility per gli screenshot

logo_shutter

Spesso mi trovo a fare i conti con gli screenshot, soprattutto quando scrivo un tutorial, o quando scrivo di un programma nuovo o poco conosciuto.

Fino a qualche tempo fa usavo l'utility interna a Gimp ("File" - "Crea" - "Schermata"), le cui opzioni permettono di sceglie di "fotografare" tutto lo schermo, o una finestra con o senza decorazioni, oppure di impostare un ritardo nel caso in cui dovessimo "fotografare" dei menu di sistema.

19set/101

Tutorial: effetto dorato sull’acqua con Gimp

fine

Sull'ondata dei tutorial per Gimp oggi, con un procedimento semplice ma efficace vedremo come "regalare" dei colori caldi a qualsiasi foto con lo strumento "Mappa a gradiente".

Le conoscenze di base per questo tutorial sono minime, è sufficiente conoscere l'uso delle modalità di sovrapposizione dei livelli.

Personalmente penso che per questo tutorial siano più indicate foto con riflessi molto accentuati, usare una foto senza riflessi è lecito, ma il risultato sarà sicuramente differente. Useremo la seguente foto tratta da Flickr.