TheJoe.it Into the (open) source

14giu/140

Tesla rilascia i propri brevetti con licenza open source. Ma sarà davvero così?

tabby

Riporto la notizia del giorno - tratto da OSVeichle.

Alcuni di voi sapranno che Tesla - la famosa casa automobilistica per vetture elettriche - ha recentemente annunciato in una conferenza stampa (direttamente dalla bocca del CEO Elon Musk) come - per avvicinarsi all'interesse globale che gravita attorno ai veicoli elettcici e, in generale, alla mobilità sostenibile - intendono permettere l'accesso al loro parco brevetti ad altri utenti che li vorranno consultare.

Questa è sicuramente una grande notizia, probabilmente la più risonante nella storia della mobilità moderna e dell'industria del trasporto. Almeno per quanto riguarda gli ultimi decenni. Anche se questa posizione sembra essere di difficile comprensione stando al punto di vista tipico delle compagnie che cercano di conquistare share di mercato, questo ha perfettamente senso se guardiamo alla mission aziendale di Tesla: "accelerare l'avvento della mobilità sostenibile".

27apr/140

Bcache: il vantaggio di avere un layer fra SSD e HDD in termini di velocità

hd_crash

Ok, la verità è che in questi giorni non sono molto ispirato con i titoli, purtroppo vi dovrete accontentare. Oggi si parla di velocità e dischi SSD/HDD. Non faremo il solito benchmark per dimostrare la superiorità in velocità del disco allo stato solido (è un dato di fatto che sia più veloce), capiremo invece che può essere utile ed economico aggiungere un layer che si occupi di far comunicare i due dischi per velocizzare il processo di scrittura sul vecchio HDD.

20lug/130

Testare la velocità di una unità di memoria USB con Linux

usb

Nell'articolo di oggi ci occupiamo di qualsiasi supporto di archiviazione USB (chiavetta, disco, scheda SD, CF o altro leggibile tramite USB) e della sua velocità quando attaccata a un dispositivo, sia esso un PC, una smart TV, o una macchina fotografica.

3dic/120

Un server ftp (con gui) in un singolo file

ftp_server

Oggi mi sono posto il problema di avviare un server FTP sul mio computer. Benché (anche nei repository) ci siano svariate soluzioni al mio problema, le interfacce grafiche scarseggiano. Nonostante ciò ho trovato un server FTP scritto in python che include anche una comoda gui, in un unico file.

Per prima cosa scarichiamo ftpserver.py, una versione modificata del software originale "pyftplib" (incolliamo le righe appena copiate in un file nuovo che chiameremo "ftpserver.py").

13nov/123

La steganografia digitale per nascondere le informazioni

top_secret

Letteralmente con il termine "steganografia" dal dizionario etimologico si intende "l'arte di scrivere in cifre, perché lo scritto rimanga segreto e ignoto a chi non ne ha la chiave". In genere quansiasi tipo di messaggio cifrato può essere denominato steganografico. La più antica tecnica steganografica risale a qualche millennio fa (il termine stesso deriva dal greco antico), consisteva nell'utilizzo di comune succo di limone al posto dell'inchiostro. Chi riceveva la missiva segreta doveva avvicinare la carta ad una fonte di calore o ad una fiamma. Le parti passate con il succo di limone non sarebbero annerite, mentre la carta si.

30ott/122

Webcam di sicurezza e “motion detect” con Linux

webcam

Configurare una webcam di sicurezza con "motion detect" usando linux, al contrario di altre soluzioni, è una procedura abbastanza semplice, nonostante la mancanza di una GUI per le configurazioni (spesso è un bene non avere una GUI). Sul fronte "hardware" tutto ciò di cui abbiamo bisogno è una webcam USB, per quanto riguarda il software ci servirà una distribuzione Linux e il programma "motion" (presente nei repository ufficiali). Di seguito traduco e semplifico la procedura tratta dal blog Chriswpage.com.

26apr/125

10 applicazioni per Android di cui non potrai più fare a meno

3d-android

Ho da poco comprato un cellulare Android, versione 2.3.4 (piuttosto economico), e sono anche io entrato nel tunnel delle applicazioni per Android.

C'è da dire che esiste un intero mondo sconosciuto a chi ancora non ha un cellulare di nuova generazione che permetta l'installazione di applicazioni dedicate. La scelta è veramente ampia, e le applicazioni più o meno utili ingolosiscono sempre di più chi le scopre ora per la prima volta. Andiamo dalle complete inutility, ai giochi arcade, rompicapo, puzzle, interattivi, alle applicazioni per l'ufficio, ai navigatori satellitari, alla diagnostica della rete e monitoring delle risorse sul dispositivo.

11apr/121

Operare con Google docs, come se stessimo lavorando in locale

google_docs_logo1

Nell'articolo di oggi vediamo un piccolo hack per l'accesso ai nostri Google docs come se stessimo lavorando in locale. In pratica "monteremo" la cloud dei nostri documenti resa disponibile da Google in una cartella locale. Potremo navigare fra i file come in locale, rinominarli, spostarli, copiarli, tutto come se fossero sul nostro pc.

Il software che si occuperà della condivisione si chiama "google-docs-fs", un piccolo script in Python con le API di Fuse, disponibile per Linux e Mac.

29ott/110

Qualche plugin audio: LinuxDSP

LINUXDSP

I plugin sono dei moduli aggiuntivi che “collaborando” con il programma principale ne estendono le funzionalità. Prendiamo come esempio Firefox. Firefox è un browser web molto affidabile, molto sicuro (fra i più sicuri), che trae la sua forza anche dalla semplicità di installazione ed utilizzo dei plug-in di terze parti disponibili in gran parte sul sito ufficiale stesso.

Ma oggi parliamo di plugin sicuramente meno conosciuti, ed orientati alla produzione audio. Oggi parliamo di LinuxDSP.

13ott/110

Montare un dispositivo remoto in tunnelling con “sshfs”

tux

Parecchi articoli fa spiegai come fare a montare una macchina remota via FTP, in modo che il pc sul quale operiamo la veda come una directory locale. Il programma usato per stabilire la connessione fra le due macchine è impronunciabile: "curlftpfs". Oggi faremo la stessa cosa, ma il protocollo utilizzato sarà l'SSH. Troveremo diverse analogie con l'articolo sviluppato in precedenza, una su tutte l'impronunciabilità del software utilizzato: "sshfs".

Come buona parte del software utile, "sshfs" è installabile direttamente tramite repository. Sarà sufficiente cercarlo all'interno del tool grafico in uso alla distribuzione.