Cookie

TheJoe.it Into the (open) source

3mag/120

Stampa: “Canon PIXMA MP495″ funziona con Ubuntu al primo colpo

Attenzione!

Questo articolo è stato scritto nel 2012, potrebbero esserci stati sviluppi circa l'argomento trattato.
In caso di dubbi lasciate un commento in fondo all'articolo.
Grazie.

canon-pixma-mp495

Qualche giorno fa stavo ancora cercando una stampante multifunzione, mi orientavo verso un prodotto sicuramente compatibile con Linux, che supportasse la stampa di rete (meglio se Wi-Fi) e a basso impatto ambientale. Credevo di essere pretenzioso, e invece inaspettatamente mi sono trovato un deal su Groupon di una stampante che (dopo una breve indagine) aveva tutte queste caratteristiche.

Oggi ho comprato una stampante Canon multifunzione: una "Canon Pixma MP495". I driver Linux sono resi disponibili dalla Canon stessa (dal sito australiano, menomale che c'è internet) tramite pacchetti ".deb" precompilati per architetture "i386" o "amd64", oppure tramite installer dedicato.

In questo articolo, tradotto da un post comparso su Ubuntu Forum vediamo come configurare la stampante sotto Linux in modo da riuscire a stampare e scansionare tramite Wi-Fi. Lanceremo qualche stampa anche dal nostro cellulare Android e scansioneremo qualche documento sempre con il nostro cellulare Android.

Per prima cosa va detto che la rete di default a cui cercherà di connettersi la stampante appena accesa ha le seguenti preferenze:

ESSID: BJNPSETUP
IP ADDRESS: Automatic

E' possibile criptare la connessione, ma per il momento dovremo accedere alla stampante tramite open system. Andrà impostato il nostro router in modalità "open system" (senza password) e chiamare la rete Wi-Fi "BJNPSETUP".

Una volta effettuata questa operazione dovremo attivare il Wi-Fi sulla stampante. Premiamo il tasto "Manutenzione" (in figura qui sotto) per 13 volte, finché sul display non comparirà la lettera "G".

Il tasto "manutenzione"

Il led "Wi-Fi" frontale dovrebbe accendersi, a luce fissa. Nel caso lampeggiasse è opportuno controllare il nome che abbiamo dato alla rete, e accertarsi che sia quella giusta.

A questo punto la stampante dovrebbe essersi agganciata alla rete, ed aver ottenuto un IP tramite DHCP. Non sappiamo ancora l'IP della stampante, per saperlo occorre scaricarsi un piccolo tool che può essere utile anche in altre occasioni: "Angry IP Scanner". Si tratta di un software open source che tramite interfaccia grafica permette di effettuare un ping su tutti gli host di una rete. Una volta installato, avviamo il programmino ed eseguiamo un ping sul range 1-254. Praticamente tutti gli host dell'ultima sottorete.

Quando Angry IP Scanner avrà finito controlliamo le sole connessioni attive il cui hostname somigli a "A001BF000000.local". Il vostro può essere differente, ma dovrebbe somigliare. A quell'host corrisponderà un indirizzo IP, che andremo ad inserire nel browser. Nel caso venga richiesto l'inserimento di user e password, le credenziali saranno "admin", "admin". Il pannello di configurazione della stampante è tutto web based, il display è un LCD "old style" perché non c'è bisogno di configurare nulla da li. Dall'interfaccia amministratore abbiamo la possibilità di configurare la rete, cambiando nome all"SSID di default ed impostando il livello di sicurezza desiderato. Io ho preferito configurare la stampante con indirizzo IP statico per gestirla più facilmente.

Ovviamente dopo aver cambiato il nome della rete e la password di criptatura andranno reimpostati anche sul router. Ora la rete dovrebbe essere nelle stesse condizioni di prima, e la stampante dovrebbe essere connessa.

A questo punto non ci resta che installare i driver della stampante. Scarichiamo i driver dal sito Canon (australiano, di cui ho parlato prima) per la PIXMA MP495. Il file in download sarà "cnijfilter-mp495series-3.40-1-deb.tar.gz". Esistono due metodi per installare i driver, il primo è il più semplice e veloce, ma non sempre funziona. Il secondo è certamente il più lungo, proviamoli in sequenza:

Primo metodo:

Estraiamo il file archivio scaricato nella Home. Cambiamo i permessi al file "install.sh" (click con il tasto destro - "Proprietà" - "Permessi" - spunta su "esecuzione".

Ora apriamo un terminale e digitiamo

sudo ./install.sh

Rispondiamo alle domande sulla configurazione, e selezioniamo "network" se stiamo usando la stampante tramite rete. A fine configurazione verrà impostato anche lo scanner.

Secondo metodo (se il primo non funziona):

Apriamo un terminale, e digitiamo il seguente comando:

cd /home/<user>/cnijfilter-mp495series-3.40-1-deb/packages/

(inserire il proprio nome utente al posto di "user")

Ora iniziamo l'installazione tramite gestore di pacchetti ".deb".

sudo dpkg -i cnijfilter-common_3.40-1_amd64.deb cnijfilter-mp495series_3.40-1_amd64.deb

(attenzione all'architettura del computer, esistono due tipi di pacchetti, uno per ogni architettura)

Ora che i driver sono installati andiamo nel menù di Ubuntu e scriviamo "Stampa". (per le versioni precedenti alla 11.10 si trova in "Sistema" - "Amministrazione" - "Stampa"). Apparirà la finestra di configurazione. Clicchiamo su "Aggiungi".

Se abbiamo configurato tutto correttamente sulla rete, dovremmo vedere la stampante sotto la voce "Stampante di rete" dopo qualche secondo. Selezioniamo la Canon-MP495-series_<ecc, ecc> e clicchiamo "Prossimo".

Ubuntu cercherà i driver automaticamente, in qualche secondo apparirà una nuova finestra chiedendoci una descrizione della stampante, dovremo dare una descrizione "human readable", tipo "stampante laboratorio" o simile.

Ora che è configurata, a fine installazione stamperemo una pagina di prova cliccando sull'apposito pulsante. La stampa è impostata di default a 600dpi, non sembra possibile aumentarli. Invece si può.

Cambiare la risoluzione di stampa:

Per fare ciò dovremo aprire ancora il terminale, ed inserire il seguente comando.

gksudo gedit /etc/cups/ppd/Canon-MP495.ppd

Ora cerchiamo all'interno del file la stringa "*OpenUI *Resolution/Output Resolution: PickOne". Sostituiamo tutto il blocco con il seguente:

*OpenUI *Resolution/Output Resolution: PickOne
*DefaultResolution: 4800dpi
*Resolution 600dpi/600 DPI: "<</HWResolution[600 600]>>setpagedevice"
*Resolution 1200dpi/1200 DPI: "<</HWResolution[1200 1200]>>setpagedevice"
*Resolution 2400dpi/2400 DPI: "<</HWResolution[2400 2400]>>setpagedevice"
*Resolution 2400dpi/4800 DPI: "<</HWResolution[2400 4800]>>setpagedevice"
*Resolution 2400dpi/9600 DPI: "<</HWResolution[2400 9600]>>setpagedevice"
*CloseUI: *Resolution

Salviamo e chiudiamo gEdit.

Apriamo un altro terminale e digitiamo il seguente comando.

gksudo gedit /usr/share/ppd/canonmp495.ppd

Troviamo la stringa "*OpenUI *Resolution/Output Resolution: PickOne" e sostituiamo tutto il blocco con il seguente:

*OpenUI *Resolution/Output Resolution: PickOne
*DefaultResolution: 4800dpi
*Resolution 600dpi/600 DPI: "<</HWResolution[600 600]>>setpagedevice"
*Resolution 1200dpi/1200 DPI: "<</HWResolution[1200 1200]>>setpagedevice"
*Resolution 2400dpi/2400 DPI: "<</HWResolution[2400 2400]>>setpagedevice"
*Resolution 2400dpi/4800 DPI: "<</HWResolution[2400 4800]>>setpagedevice"
*Resolution 2400dpi/9600 DPI: "<</HWResolution[2400 9600]>>setpagedevice"
*CloseUI: *Resolution

Salviamo e chiudiamo gEdit.

Ora riavviamo "cups", il server di stampa.

sudo /etc/init.d/cups restart

Sarà ora possibile stampare fino alla risoluzione di 9.600dpi.

Per quanto riguarda lo scanner, il funzionamento è molto più semplice. Troviamo i driver sul solito sito Canon australiano e seguiamo le stesse istruzioni per i driver di stampa. Il software di scansione si chiama "scangearmp", ed è richiamato automaticamente quando facciamo le scansioni ad esempio con Gimp ("File" - "Crea" - "Scanner / M. fotografica").

Un curioso extra:

Esiste una piccola app per terminali Android che permette di usare la stampante (come stampante, ma anche come scanner) con pochi click direttamente dal cellulare. E' "Canon Easy-PhotoPrint". Basta installare l'applicazione, essere agganciati alla stessa rete e l'applicazione (che include un photo-browser) permette di scegliere le immagini (o i pdf) da inviare alla stampante. E' sicuramente una delle app più geniali che abbia mai trovato sul Play Store. Non sono necessari driver o configurazioni particolari. Semplicemente la si installa, si sceglie una foto, si clicca su stampa e la foto viene stampata.

About

Mantengo questo blog a livello amatoriale dal 2009. Sono appassionato di grafica, tecnologia, software Open Source. Fra i miei articoli non sarà difficile trovarne circa la musica, ed alcuni di riflessioni personali, ma preferisco indirizzare la linea del blog principalmente verso la tecnologia. Per informazioni contattami.

Commenti (0) Trackback (0)

Ancora nessun commento.


Leave a comment

Ancora nessun trackback.