Cookie

TheJoe.it Into the (open) source

18feb/115

I migliori editor HTML non commerciali per Linux

Attenzione!

Questo articolo è stato scritto nel 2011, potrebbero esserci stati sviluppi circa l'argomento trattato.
In caso di dubbi lasciate un commento in fondo all'articolo.
Grazie.

HTML_Icon_Final

Chiunque abbia mai provato a creare piagne HTML con Linux si sarà certamente scontrato con la carenza di software WYSIWYG sviluppati ad hoc per il nostro sistema operativo preferito. Fortunatamente oggi questo "gap" viene colmato solo in parte grazie allo sviluppo di alcuni programmi open source che tentano di sopperire alla mancanza di uno sviluppo di Dreamweaver (o alternative pur sempre commerciali) su piattaforma Linux, ma per molti versi siamo ancora lontani dall'aver raggiunto l'usabilità di Dreamweaver o simili.

Oggi vediamo alcuni dei migliori software per l'editing WYSIWYG sviluppati nativamente per Linux. Ringrazio il blog web distortion per i consigli che riporto tradotti di seguito.

Kompozer

In principio fu Mozilla Composer, l'editor WYSIWYG di casa Mozilla che usava Gecko come motore di rendering predefinito. Era un ottimo tool presente nella Mozilla Suite che permetteva anche ai meno pratici di HTML di formattare pagine con sfondi, immagini, link e quant'altro a "colpo d'occhio" senza conoscere l'HTML. Il progetto venne abbandonato in favore di Mozilla Firefox e mai più ripreso. Poi venne NVU, nato dalle ceneri di Mozilla Composer che ai tempi prometteva di essere la panacea di tutti i principianti di HTML, come Mozilla Composer integrava un supporto nativo ai CSS e il tool FTP. Anche il progetto NVU si risolse in breve tempo. Più tardi ancora venne finalmente Kompozer che persistette fino ai giorni nostri, ed integra gli stessi strumenti dei predecessori, una migliore gestione dei fogli di stile, ed una finestra chiamata "HTML tags" molto simile alle funzionalita della "Web developer Toolbar" per Firefox.

Ovviamente non è un software avanzato, ma se abbiamo bisogno di un programma leggero per creare alcune pagine statiche (sto pensando ad esempio alle newsletter in HTML), Kompozer è un valido alleato. Kompozer rimane un bel software per l'impaginazione HTML, ma purtroppo la gestione del codice è distruttiva: se modifico un attributo HTML direttamente dalla sorgente è facile che tornando alla finestra WYSIWYG venga rimodificato in favore di alcune sue regole interne. Questa è una grave pecca. Inoltre sembra che non esistano più release candidate dal 2007, visti gli sviluppi passati magari nascerà un nuovo progetto con altro nome. Staremo a vedere.

Amaya

Amaya è, a mio avviso, la prima scelta di un programmatore web serio. Ricordo a tutti che è un'applicazione sviluppata direttamente dal W3C, il consorzio per lo standard in rete, ed infatti è basata principalmente sul rispetto degli standard web, come ad esempio il formato SVG. Il pacchetto pesa 7MB, all'incirca quanto Kompozer, ma estratto è decisamente più pesante. Inoltre è possibile aggiungere plugin di terze parti (sempre dal sito del W3C) per il supporto a PHP, o a Javascript. Chiaramente integra anche uno strumento per l'upload via FTP ed una gestione dei siti come "progetti". Amaya è un gran programma e fornisce innumerevoli opzioni anche ai grafici per lo sviluppo dei template, o per scrivere meglio il CSS.

Bluefish Editor

Bluefish è uno dei migliori editor di testi disponibile per Linux, anche se non è totalmente focalizzato sullo sviluppo web come, invece, Dreamweaver. Se scrivi codice su Linux, ed hai bisogno di un editor veloce e semplice Bluefish è una delle migliori soluzioni. Sul sito è indicato che Bluefish può aprire più di 500 documenti in simultanea in pochi secondi, ed i miei test sul programma più o meno hanno provato che non sbagliano (certo, dipende dal processore, dalla ram, eccetera eccetera). Non è necessariamente un editor web, certo il suo utilizzo richiede una conoscenza su "cosa si sta facendo". Offre anche supporto alle sintassi di innumerevoli linguaggi di programmazione. Non supporta la modalità WYSIWYG.

Screem

Screem ad oggi supporta solo i sistemi operativi POSIX (Linux e OS X), integra tutte le funzioni che si potrebbero desiderare da un editor web: accesso FTP, layout di struttura HTML, ecc. E grazie agli sviluppatori di Bluefush, Screem fornisce una interfaccia d'aiuto all'utente per il PHP.

A differenza della maggior parte degli editor web, in Screen non è prevista un'interfaccia WYSIWYG. Al suo posto è disponibile l'HTML grezzo (sorgente) nella finestra principale.

Quanta Plus

Quanta Plus sta lentamente diventando un valido "competitor" rispetto agli editor web commerciali sul mercato, il progetto Quanta Plus continua ad ottenere il supporto di un numero sempre crescente di sviluppatori. Certamente per chi usa il PHP come principale linguaggio di programmazione diventerà molto difficile trovare uno strumento miglire di Quanta. Fra le caratteristiche possiamo citare l'interfaccia a più documenti, l'editing WYSIWYG ed i templates. Fra le più avanzate caratteristiche troverai plugin di supporto e il debugger PHP integrato. E' parte integrante di KDE.

Aptana Studio

Il modello di business di Aptana è di realizzare versioni "libere" dedicate alla community, per poi legarti alla versione "pro". In ogni caso il programma offre un ambiente robusto per costruire pagine web, ed applicazioni che supportino JavaScript, Ruby on Rails e PHP. Offre anche un buon supporto ad Ajax, DOM, HTML e CSS, e i plugin per Adobe AIR e lo sviluppo di applicazioni per iPhone.

Come giustamente mi fa notare "davideatflickr" gli editor e i programmi di programmazione web non sono finiti qui. Ad esempio "Eclipse" e "IntelliJ IDEA" sono due degli programmi che potrei citare sull'universo della programmazione web professionale open source, ma questo articolo voleva essere uno spunto d'inizio per l'utente che fino ad oggi ha solo navigato ed ora ne vuole sapere un po' di più.

Grazie comunque a davideatflickr per la segnalazione. 😉

About

Mantengo questo blog a livello amatoriale dal 2009. Sono appassionato di grafica, tecnologia, software Open Source. Fra i miei articoli non sarà difficile trovarne circa la musica, ed alcuni di riflessioni personali, ma preferisco indirizzare la linea del blog principalmente verso la tecnologia. Per informazioni contattami.

Commenti (5) Trackback (0)
  1. esiste una guida in italiano per eclipse?

  2. programmi in quello che vuoi 😀
    basta scegliere i moduli che interessano..
    io l’ho usato come valido sostituto di dreamweaver per php e html
    su linux..

  3. miiiizzega, eclipse addirittura? Ho messo solo quelli potenzialmente interessanti per l’utente medio.. con eclipse programmi in java, se non sei “dentro l’argomento” inizi a mangiarti il fegato.. XD

  4. non sarà solo html editor, ma eclipse merita una menzione 😀
    http://www.eclipse.org/


Leave a comment

Ancora nessun trackback.